domenica 3 dicembre 2017

Dietro le quinte di Berserkr: le ambientazioni

Dietro le quinte di Berserkr: le ambientazioni

Prende il via una serie di articoli dedicati a Berserkr, il mio romanzo fantastico ambientato a Berlino e edito da DZ edizioni. Proprio la città tedesca è l'oggetto dell'articolo odierno, in cui vi mostrerò, per stuzzicarvi un po', alcune location dove si svolgono parti del romanzo. Bene, indossate la maschera, pronti per immergervi nella mia Berlino misteriosa! 



DICKE MARIE


Maria la Grassa, la più antica quercia di Berlino, è un albero secolare che si trova nello Schlosspark Tegel, ossia nel parco del castello di Tegel (nella parte nord-occidentale di Berlino), poco distante da un'insenatura del fiume Havel nota come Tegeler See. Secondo la leggenda, Maria la Grassa è nata da una ghianda portata dall'Havel molti secoli fa. Da allora si è retta salda sul suo tronco, attirando a sé le potenze oscure dei boschi. Infatti ai suoi piedi si sono radunate le streghe per secoli, praticando i loro riti e celebrando la Notte di Valpurga.


In seguito agli Accordi dell'89 le streghe sono state relegate proprio nella Foresta Permanente, nella zona di Tegel, ma non amano vivere nei castelli o negli edifici costruiti dagli uomini, preferendo starsene tra gli alberi (sugli alberi, o anche in buche nel terreno, come ricorda Ulrik a Fabian!). Ogni giorno si recano da Dicke Marie per renderle omaggio, la quercia che tutto vede e tutto sa. Perché? Perché le sue radici scendono in profondità e arrivano fino all'Havel e, tramite esso e i canali in cui si dirama, riescono a percepire ogni cosa, a sapere tutto ciò che accade in città.
«Maria la Grassa», esclamò Ulrik, indicando una maestosa quercia secolare dal corpo tozzo e dai rami ossuti, su cui centinaia di corvi erano appollaiati. «Figlia del mare e della terra, nata da una ghianda portata dall’Havel che generò la più longeva quercia di Berlino.»«Sei ben informato per essere un cacciatore», disse una voce rachitica. «Hai forse sangue di strega nelle vene? Potremmo chiedere ai nostri amici vampiri di controllare.»«Amici? È così che chiamate i figli del vostro orrore, Heith?»
GRUNEWALDTURM


La Torre del Grunewald si erge nel cuore della Foresta Verde, la grande macchia che chiude Berlino a occidente. In questo settore vivono i licantropi, qua confinati dagli Accordi dell'89. A onor vero, non fosse per i posti di blocco lungo il confine, ai lupi non dispiace stare nella Foresta Verde. Hanno tanto spazio, possono correre liberi, cacciare, riunirsi in branco, senza rotture da parte degli umani. Libertà, questo è quello che vogliono i licantropi, per loro e per la loro stirpe.


Nessuno sa dove dimori il branco. Molti operativi della Divisione (o anche semplici umani) si sono smarriti nel Grunewald, vagando tra i boschi senza mai incontrare i lupi. Però periodicamente il branco si riunisce alla Torre, dove Markus ha istituito un presidio con lo scopo di controllare i dintorni. Sia perché non si fida delle streghe (a nord di Grunewald), sia perché non si fida degli umani (a est). Dall'alto della torre, ascolta il vento e il mormorio che gli porta.
«Siamo lupi, Ulrik. Noi ascoltiamo il vento. Non sai quanti odori e suoni ci porta. A volte, dalla cima della torre del Grunewald, possiamo respirare le emozioni della città intera e dei suoi involuti abitanti. Per cui sì, abbiamo avvertito un tremito. Abbiamo sentito il pericolo.»«Che sai dirmi?»«Non fidarti!» esclamò Markus, fissandolo con i suoi occhi color dell’oro. «Di nessuno. Soprattutto delle streghe. Sono infide e bastarde. Non hanno mai accettato gli Accordi. Faranno qualunque cosa pur di spezzarli.»
ORANGERIE

L'Orangerie è uno dei castelli che compongono la reggia di Sanssouci a Potsdam. Maestoso, ricco di terrazzamenti fioriti, è una delle strutture più belle della città. L'intero complesso è stato affidato ai coboldi, i folletti dispettosi che adorano fare scherzi agli umani e che hanno vissuto (infestato, direbbe qualcuno!) nei loro castelli per secoli.

A Heinzelmann, capo dei coboldi, non piace tutto il lusso del castello, lui che adorava i luoghi bui e tenebrosi, ma sua moglie apprezza la sala delle feste, in marmo di Carrara e della Slesia, gli intarsi alle finestre e altri elementi che Heinze definisce "disgustosa ostentazione di plutocratica sicumera".
Ulrik aprì la porta e scivolò dietro una grossa colonna, sporgendosi per guardarsi attorno. Si trovava all’estremità di un lungo palazzo dalla facciata color caffè, interrotta da archi e colonne, che riconobbe come il castello dell’Orangerie, sul lato settentrionale del parco di Sanssouci.
«Da questa parte. Le Nixe vengono di rado fin quassù. Troppi quadri e mobili del secondo Rococò. Ho già detto quanto lo detesto?» bofonchiò Heinzelmann, facendo strada verso un ingresso laterale. Poco dopo erano dentro, per il momento al sicuro. 

TEMPELHOF

Ex aeroporto di Berlino, attualmente in disuso. Ha rivestito un ruolo determinante durante la Guerra Calda, finché non è stato attaccato e distrutto da streghe e vampiri. Dopo gli Accordi dell'89, il governo ha preferito non riaprirlo, sfruttando invece... la profondità del terreno! Sotto la vecchia pista aeroportuale si nasconde infatti la Divisione, al centro di Berlino; da qua l'organizzazione osserva e controlla le sette stirpi, per impedire un nuovo scontro.

L'accesso alla Divisione è possibile solo agli operativi, tramite passaggi segreti a loro soltanto noti. Per il resto del mondo, l'area è abbandonata a causa di possibili fuoriuscite di gas.

In "Berserkr" l'ex aeroporto Tempelhof gioca un ruolo chiave, perché vi si svolgeranno molti capitoli e una battaglia campale.
Ulrik imprecò e si avviò lungo la pista abbandonata di Tempelhofer Feld. Il governo l’aveva pensata bella, annunciando la scoperta di sostanze pericolose in quell’area, nel bel mezzo dei quartieri residenziali, chiudendola al pubblico e ricavandone lo spazio per costruirvi la sede della Divisione, nascosta da occhi indiscreti e da strati di terra e cemento che la rendevano invisibile anche ai radar. E, Ulrik si augurò, anche agli incantesimi di localizzazione delle streghe.
Spero di avervi incuriosito con questi estratti! Ricordo che il romanzo "Berserkr" è ordinabile su tutti gli store di libri (Amazon). Presto altri articoli sui personaggi e sui miti e leggende presenti nel libro! ;)

Nessun commento:

Posta un commento